L'Istituto è stato costituito dalle maggiori associazioni di persone con disabilità visiva che si occupano da tempo degli ausili per la loro mobilità, l'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti ONLUS e l'Associazione Disabili Visivi ONLUS, per individuare le soluzioni ottimali da dare ai problemi che si presentano in questo campo.


L'I.N.M.A.C.I. è nato per dare risposte univoche e certe ad esigenze di varia natura, che discendono tutte da un principio basilare: “l'integrazione sociale, culturale e lavorativa delle persone con disabilità visiva è strettamente connessa con la loro capacità di muoversi in piena sicurezza e autonomia nello spazio naturale e urbanizzato.”
Questa esigenza è stata attualmente elevata a rango di diritto soggettivo perfetto ed esigibile da una serie di norme e di regolamenti e, da ultimo, dalla ratifica (con L. 18/2009) della Convenzione dell'ONU sui diritti delle persone con disabilità, che ha anche stabilito che le associazioni dei disabili debbano essere coinvolte nelle decisioni che li riguardano.
L'I.N.M.A.C.I. è l'organismo interassociativo preposto appunto a vigilare sull'applicazione della normativa vigente e a fornire agli Enti pubblici e ai privati le indicazioni necessarie a ottenere dei risultati concretamente efficaci per l'orientamento e la sicurezza dei disabili visivi.
L’Istituto, inoltre, offre gratuitamente la consulenza tecnica per la verifica della progettazione esecutiva dei percorsi tattilo-vocali e delle mappe a rilievo.
Le Associazioni della categoria hanno messo a punto una nuova versione del precedente sistema tattile, ormai vetusto e fuori norma, denominata "Loges-Vet-Evolution" (LVE), che è l'unico ausilio tattilo-vocale esistente da apporre sul piano di calpestio. È anche l’unico che possiede tutti i requisiti necessari per permettere alle persone con disabilità visiva "l'orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo", come prescritto dall'Art. 1.2 lettera c) del D.P.R. 503/1996.
Infatti tale ausilio possiede le seguenti fondamentali caratteristiche:
È integrato con una tecnologia di ultima generazione che impiega "etichette elettroniche" RFG, le uniche idonee all'inserimento dei messaggi vocali nella banca dati europea vigilata e garantita dalle associazioni nazionali dei non vedenti. Questi trasponder passivi, che non richiedono alimentazione o manutenzione, sono posti al di sotto delle piastre tattili, localizzano con precisione il punto in cui si trova il non vedente e gli forniscono, tramite il suo smartphone, informazioni vocali sulla sua posizione, sulla direzione di marcia e sui servizi e uffici presenti nell’area e se sono aperti o chiusi.
- A differenza di altri sistemi tattili, "LVE" è conforme alle indicazioni contenute nella Norma Europea CEN-TS 15209/2007 e nella Norma Internazionale ISO 23599/2012;
- "LVE" ha risolto con piccole, ma fondamentali modifiche dei profili i problemi di scarsa percepibilità e riconoscibilità di alcuni codici e quindi garantisce meglio la sicurezza dei non vedenti che vi si affidano;
- "LVE", a seconda dei materiali usati, ha costi inferiori o paragonabili a quelli del vecchio sistema;
- "LVE" è perfettamente compatibile con il vecchio sistema, tanto che può addirittura essere messo a prosecuzione delle vecchie installazioni e usato anche per la manutenzione di singoli tratti in sostituzione del precedente sistema.
Per tutti questi motivi non è ammissibile né giustificabile una scelta diversa, che non ottempera alla normativa vigente e rappresenterebbe un immotivato spreco di denaro.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.