In quest'area troverai:

tutte le news aggiornate sugli eventi e gli avvenimenti rilevanti per l'ADV.


Notizie

Archivio notizie

Piazza San Silvestro inaugurata con l'inganno.

COMUNICATO STAMPA

Ieri, sabato 31 marzo alle ore 17,30, alla presenza del Sindaco e dell'Assessore alla cultura, si è svolta la cerimonia di inaugurazione del nuovo look di Piazza San Silvestro.
Stranamente l'Associazione Disabili Visivi ONLUS che collabora con il Comune di Roma fin dalla fine del secolo scorso per eliminare le barriere percettive e rendere la città sicura e accessibile alle persone con disabilità visiva, per la prima volta non viene invitata all'inaugurazione di un'opera per la quale aveva progettato, sempre a titolo gratuito,i percorsi e segnali tattili necessari per l'orientamento e la sicurezza di non vedenti ed ipovedenti.
Questa ultradecennale collaborazione era stata sancita in un protocollo  d'intesa in cui il Comune e le sue aziende di servizi si impegnavano a consultare in tema di barriere architettoniche e mezzi di trasporto gli esperti designati dall'Associazione Disabili Visivi e dalla Sezione Provinciale di Roma dell'Unione Italiana Ciechi, firmatarie del protocollo.
Il motivo del mancato invito si scopriva immediatamente, non appena giunti alla fermata dell'autobus, dalla quale partiva un percorso tattile per non vedenti, ma questa volta non il solito LOGES, usato in altre migliaia di luoghi di Roma e in centinaia di migliaia di luoghi in tutta Italia e in altri Paesi europei, in tutte le stazioni ferroviarie e delle metropolitane, negli aeroporti, in migliaia di uffici postali, ecc., bensì una striscia di onde del sistema denominato "Vettore", inventato dalla Direzione centrale dell'Unione Italiana Ciechi che lo ha brevettato per ricavarne una royalty del 22% su ogni pezzo venduto e che è stato messo in Italia soltanto in una decina di posti e spesso all'interno di proprietà dell'Unione.
Di fronte alla violazione del Protocollo d'Intesa e al tentativo di imporre per fini puramente commerciali un sistema inidoneo, disomogeneo e disorientante, l'Associazione Disabili Visivi ONLUS e le altre organizzazioni facenti parte del Gruppo di Coordinamento per la mobilità delle persone con disabilità visiva, 
DENUNCIANO CON ESTREMA FORZA
- che il prodotto Vettore e il linguaggio LOGES (Linea di Orientamento Guida e Sicurezza) sono stati periziati e confrontati con strumenti di alta tecnologia dall'istituto pubblico per la Sicurezza e la Prevenzione (adesso INAIL), nonché dall'Università di Tor Vergata e dalla Società Italiana di Medicina del Movimento: tutti sono stati concordi nel dichiarare che il profilo di Vettore  crea scomodità, insicurezza e pericolo di cadute, oltre a possibili danni alle articolazioni, sia per i non vedenti che per i comuni cittadini che vi capitino sopra, per non parlare di persone anziane o con difficoltà motorie. Al contrario, i profili di LOGES non creano alcun problema e sono facilmente utilizzabili.
- che la maggior parte dei 5 codici che formano il sistema Vettore hanno forme differenti rispetto a quelli di LOGES e creano quindi confusione e disorientamento nei ciechi abituati da 15 anni ad usare LOGES
- che nel sistema Vettore viene usato il segnale di pericolo sia per indicare l'inizio di una scalinata in discesa,sia per il bordo di un canale o dei binari ferroviari: è come usare uno stesso cartello stradale per "rallentare" e "divieto di transito".
- che, oltre alle altre associazioni di non vedenti ed ipovedenti,  sono numerosissimi  i ciechi anche allo stesso interno dell'Unione, ad essere totalmente contrari a Vettore.
- che nell'incontro del 18 luglio 2011 al Delegato del Sindaco per l'Handicap era già stata chiaramente espressa la contrarietà della comunità di tutti i ciechi romani all'adozione del sistema Vettore e dell'accluso sistema vocale.
- che il sistema vocale collegato al sistema Vettore, occupando un orecchio, impedisce la ricezione dei rumori stereofonici e quindi la percezione della direzione di provenienza, cosa necessaria per la sicurezza di chi deve fare affidamento proprio sul senso dell'udito. Inoltre il sistema, denominato Sesamonet, malgrado i  suoi 5 anni di vita non è posseduto da nessun cieco.
Si chiede quindi con estrema fermezza che si continui ad utilizzare il sistema LOGES venduto in libera concorrenza e ampiamente collaudato.

 Il Presidente Nazionale   Prof. Avv. Giulio Nardone
                                                                                                                                                                                                         
                                                                                                     

  • segnala la pagina

    Grazie per aver deciso di segnalare i contenuti pubblicati dall'Associazione Disabili Visivi.

    Ti ricordiamo che, per segnalare un articolo, dovrai inserire nell'apposito form il tuo indirizzo e-mail.

    Questo verrà utilizzato esclusivamente per consentire alla persona che riceverà il messaggio di identificarti.

    Non riceverai alcun tipo di Spam e non conserveremo il tuo indirizzo email nei nostri archivi.

    Autorizzazione alla privacy
    * I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori
    Letta l'informativa sulla Privacy ai sensi dell’articolo 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs 196/03),

    al trattamento dei dati personali.