In quest'area troverai:

tutte le news aggiornate sugli eventi e gli avvenimenti rilevanti per l'ADV.


Notizie

Archivio notizie

La strada della Vena, luce per i non vedenti

Quando montagna significa gioia anche per i più sfortunati...
 È così che la strada geologico-mineraria della vena , tra Andraz di Livinallongo e Troi di Colle Santa Lucia, diventa luogo ideale per una passeggiata in  quota, di oltre 6 ore, da parte di chi non ha il dono della vista. Attrezzato con un fondo senza asperità e protezioni laterali laddove esposto, ha già registrato i primi visitatori accompagnati da operatori del Corpo forestale dello Stato, vigili del fuoco e Comunità montana Agordina.
"Questo itinerario - spiega la responsabile per l'Agordino del Corpo forestale Paola Favero che nel weekend l'ha presentato a Bologna al congresso "Geologia e turismo" -ben si presta per la fruizione sensoriale degli ipovedenti.
A partire dal castello di Andràx dell'undicesimo secolo, simbolo delle tradizioni culturali ladine, in cui è possibile toccare i massi di cui è composto.
E poi via lungo il sentiero. 'Qui - spiega Favero, che per questa iniziativa ha collaborato con Barbara Aldighieri del Cnr, Stefania Leone dell'Associazione Disabili Visivi, Luca Luchetta e Luciano Sabbedotti della Comunità montana - le dita possono distinguere gli affioramenti e gli specchi di faglia.
 Ma si può anche sentire il profumo delle tante specie di alberi e fiori  che caratterizzano la via.
Infine, giunti al villaggio di  Troi è possibile entrare nel primo tratto della cava di ferro  manganesifere del Fursil, dove udito, tatto e storia  raccontata riportano all'antica tradizione mineraria.
È ormai da vari anni che gruppi di non vedenti  raggiungono l'agordino per compiere escursioni.Su una di queste ultime, Mirella Teglia, afferma"Quando vado in montagna mi si apre il cuore" Mi tira fuori una sensazione di libertà e benessere.
Gli ipovedenti conclude Aldighieri ideatrice del progetto, hanno una marcia in più e fanno capire a noi persone "normali" in quante cose ci perdiamo o non sappiamo apprezzare.
La via della Vena per la prossima stagione estiva attende quindi nuovi curiosi visitatori

Raffaella Gabrielli

 

  • segnala la pagina

    Grazie per aver deciso di segnalare i contenuti pubblicati dall'Associazione Disabili Visivi.

    Ti ricordiamo che, per segnalare un articolo, dovrai inserire nell'apposito form il tuo indirizzo e-mail.

    Questo verrà utilizzato esclusivamente per consentire alla persona che riceverà il messaggio di identificarti.

    Non riceverai alcun tipo di Spam e non conserveremo il tuo indirizzo email nei nostri archivi.

    Autorizzazione alla privacy
    * I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori
    Letta l'informativa sulla Privacy ai sensi dell’articolo 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs 196/03),

    al trattamento dei dati personali.