In quest'area troverai:

tutte le news aggiornate sugli eventi e gli avvenimenti rilevanti per l'ADV.


Notizie

Archivio notizie

Sciatori ciechi sulle piste

da Corriere delle Alpi del 07-02-2010

 

Settimana bianca ad Alleghe: la 27sima  edizione con le guide di carabinieri e forestali.

In 70 hanno praticato lo sport con un pettorale speciale.

BELLUNO. Settimana bianca ad Alleghe numero 27 per sciatori non-vedenti e ipo-vedenti dell'Associazione disabili visivi di Roma [N.d.R.: La sede centrale è a Roma, ma l'Associazione è nazionale].

Un binomio che si rinnova quello tra il sodalizio e i corpi di polizia della provincia (tra i quali i Forestali): a condurre gli sciatori, come guide e istruttori hanno preso parte, anche i carabinieri delle stazioni di Caprile e del Comando compagnia Cc di Cortina. Alla settimana bianca hanno partecipato circa 70 non vedenti ed ipovedenti di età compresa fra i 20 e i 70 anni, alcuni dei quali hanno praticato lo sci per la prima volta nella loro vita.

Le circa 5 ore al giorno di attività sciistica, con istruttori di sci preparati alla guida dei ciechi, hanno consentito a tutti i partecipanti di apprendere le modalità di base o di migliorare le loro capacità tecniche e di divertirsi in piena sicurezza. Anche chi non ha mai fatto sci di discesa, è stato in grado fin dal terzo giorno di effettuare brevi discese a velocità controllata e descrivendo delle curve. Ai fondisti, dopo la mattinata dedicata allo sport, è stata anche offerta l'opportunità di compiere escursioni nelle più interessanti località dei dintorni, spingendosi fino sulle vette circostanti.

Una manifestazione, attualmente la più importante a livello europeo, che trascende gli aspetti puramente sportivi, presentando contenuti di alto valore morale e sociale. Contribuisce anche a fare uscire dal loro isolamento alcune persone che non hanno molte occasioni di socializzare. Particolarmente importante è il rapporto che si instaura fra il cieco e la sua guida, alla quale il primo si affida. Ciò crea un legame ed una reciproca comprensione che difficilmente potrebbero sorgere in situazioni diverse. I discesisti più avanzati utilizzano delle piccole radio ricetrasmittenti che consentono alla voce della guida di raggiungere costantemente ed in qualunque circostanza lo sciatore cieco; altri preferiscono farsi precedere dalla guida, la quale, in questo caso, impartisce i comandi e i suggerimenti tecnici tramite un altoparlante che porta dietro le spalle. Naturalmente vengono preferite le piste larghe e prive di pericoli e si attende, per effettuare i tratti di discesa, che esse siano il più possibile sgombre. I discesisti ciechi indossano un apposito pettorale giallo con dischi neri: una più diffusa conoscenza di tale simbolo distintivo internazionale da parte degli altri sciatori renderebbe più semplice e sicura questa pratica sportiva.

N.d.R.: I Corpi dello Stato che hanno fornito gli istruttori sono stati: Carabinieri, Vigili del Fuoco di Belluno, Corpo Forestale dello Stato, Polizia di Stato di Moena, Guardia di Finanza di Predazzo. Estremamente importante la collaborazione di altri volontari civili, fra cui i Gruppi dell'Associazione Nazionale Alpini di Rocca Pietore, Alleghe, Agordo, Livinallongo, Cencenighe e Selva di Cadore, coordinati dal veterano della manifestazione, Maresciallo Sergio Valente e da Benito Falorio,instancabile organizzatore e guida preziosa per la conoscenza delle tradizioni locali.

Essenziale l'appoggio dato alla manifestazione dai Comuni di Rocca Pietore e di Alleghe e dalla Società Impianti di Alleghe. Indispensabile poi, la partecipazione di volontari civili provenienti dal feltrino e dall'agordino, che qui vogliamo citare e ringraziare: Marino Dorigo, Carlo Baldessari con l'amico Antonio Huber, Riccardo Maccagnan, Rino Campigotto, Giovanni Perensin, Francesco De Paoli, Lino Pauletti, Damiano Farensena, Gino De Lazzer, Egidio Casagrande, Ernesto Gaio, Fabrizio Bossi.

 

  • segnala la pagina

    Grazie per aver deciso di segnalare i contenuti pubblicati dall'Associazione Disabili Visivi.

    Ti ricordiamo che, per segnalare un articolo, dovrai inserire nell'apposito form il tuo indirizzo e-mail.

    Questo verrà utilizzato esclusivamente per consentire alla persona che riceverà il messaggio di identificarti.

    Non riceverai alcun tipo di Spam e non conserveremo il tuo indirizzo email nei nostri archivi.

    Autorizzazione alla privacy
    * I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori
    Letta l'informativa sulla Privacy ai sensi dell’articolo 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs 196/03),

    al trattamento dei dati personali.