In quest'area troverai:

tutte le news aggiornate sugli eventi e gli avvenimenti rilevanti per l'ADV.


Notizie

Archivio notizie

Norme sulla costituzione del posto di lavoro per non vedenti.

Norme sulla costituzione del posto di lavoro per non vedenti.
di Giulio Nardone
 
Molte persone chiedono chiarimenti su questo argomento.
Partiamo dal concetto che, oltre al diritto al posto di lavoro,previsto per le persone con disabilità con le modalità e i limiti contenuti nella normativa specifica sul collocamento, una volta ottenuto l'impiego, il lavoratore ha il diritto/dovere di svolgere l'attività lavorativa nell'ambito delle mansioni a lui assegnate.
L'essere parcheggiati in una stanza con un tavolo e una sedia e magari un telefono e sentirsi dire che può stare lì a fare ciò che vuole fino alle ore 14, per qualcuno potrà anche sembrare di aver vinto la lotteria nazionale, ma poi, esaurita la fase delle parole crociate, della lettura di audiolibri e di frequenti viaggi alla macchina del caffé, subentra in molti, anche se non in tutti, la noia,il senso di inutilità e il desiderio di dimostrare le proprie capacità reali e non utilizzate.
Ediste quindi un vero e proprio diritto a svolgere in concreto una attività lavorativa per la salvaguardia della dighità dell'individuo lavoratore e, corrispondentemente, un obbligo per il datore di lavoro di fornire alla persona con disabilità i mezzi che gli sono necessari per supplire ai suoi problemi specifici.   
 
D'altra parte, oltre alla legge Stanca del 2004, è vero che non esiste una norma particolareggiata o una circolare che definisca esattamente le minime dotazioni hardware e software di una postazione pc per un non vedente, anche perché le esigenze concrete dipendono da vari fattori: il tipo di lavoro da svolgere, le capacità tecniche del non vedente, la sua abilità nell'utilizzo delle forme alternative di lettura.
 
Diciamo che, il medico del lavoro,  una volta visitato  il lavoratore non vedente e acquisite dal medesimo tutte le informazioni necessarie, attesta con proprio certificato la necessità per il datore di lavoro, di procedere ad attrezzare la cosiddetta postazione  adattiva per non vedente. Se il cieco è una persona attiva e interessata e si è fatto consigliare da amici che ne sanno più di lui o dalle associazioni di categoria, probabilmente sarà lui a suggerire al medico una lista di hardware e software che ritiene possa soddisfare le sue esigenze.
In ogni caso, da un paio di anni è stata emanata dall'AGID (Agenzia per l'Italia Digitale, organo pubblico) la circolare delle specifiche tecniche sulle postazioni di lavoro accessibili ai disabili,alla cui redazione ha collaborato la nostra esperta in ICT, Dr. Stefania Leone,   ,circolare reperibile dal sito di AGID. Alla circolare è allegato un elenco di ausili,    sia hardware che software utili alle varie disabilità,ma è chiaro che la scelta tra uno o l'altro ausilio spetta al cieco, il quale non può essere obbligato ad accettare una barra braille elettronica se non è capace di utilizzare la lettura tattile e avrà quindi il diritto di avere una sintesi vocale, o viceversa. Ugualmente egli ha diritto di scegliere uno screeen reader a pagamento o quello open source e di che tipo.
Quindi se la persona non è in grado di capire cosa gli serva anche in combinazione con il tipo di lavoro e con i software che utilizzerà per il suo lavoro,bisogna che si affidi a consigli di esperti, purché lo siano veramente e siano anche suoi amici che parlino a ragion veduta, ovvero alle associazioni locali e i centri per l'autonomia,i centri  e-o istituti accreditati alla  riabilitazione, ecc.
 Ecco perchè in ogni posto di lavoro sarebbe molto utile la figura del disability manager,ma questa cosa purtroppo non riesce ad entrare nelle teste che contano.
 
Chi desiderasse il testo della circolare dell'AGID, la può richiedere per e-mail alla Segreteria ADV.

 

  • segnala la pagina

    Grazie per aver deciso di segnalare i contenuti pubblicati dall'Associazione Disabili Visivi.

    Ti ricordiamo che, per segnalare un articolo, dovrai inserire nell'apposito form il tuo indirizzo e-mail.

    Questo verrà utilizzato esclusivamente per consentire alla persona che riceverà il messaggio di identificarti.

    Non riceverai alcun tipo di Spam e non conserveremo il tuo indirizzo email nei nostri archivi.

    Autorizzazione alla privacy
    * I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori
    Letta l'informativa sulla Privacy ai sensi dell’articolo 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs 196/03),

    al trattamento dei dati personali.